Widget Image
Widget Image
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim

Subscribe to our newsletter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam
[contact-form-7 id="9582" html_class="default"]
L’inverno è la stagione perfetta per dormire, leggere, sorseggiare un buon caffè e cucinare. Se poi avete la possibilità di fare le ultime due cose contemporaneamente, la giornata può definirsi perfetta.

Per i prossimi giorni di festa vi suggeriamo una ricetta speciale: una vellutata di zucca delicata e dal profumo intrigante, da abbinare ad una tazza di caffè filtro, per un’esperienza sensoriale unica.

Abbiamo chiesto a Giulio Panciatici del Costadoro Social Coffee quale fosse la tipologia di caffè perfetta da servire con la vellutata di zucca e lui ci ha indicato il Single Origin del Brasile, coltivato nella regione di Minais Gerais e Cerrado:

“Il Brasile è un caffè proveniente dalla regione di Minais Gerais, un prodotto lavorato con metodo naturale che gli conferisce un gusto pieno, rotondo, con sentori di cacao amaro e caramello. Ha una buona sapidità ed è ottimo per spolverare la Crema di zucca, con i suoi sentori di cacao in polvere e frutta secca, nocciole in primis. Con la zucca si sposa anche in moka o espresso, per il suo sapore molto definito di cioccolato fondente. In chiusura potrei aggiungere che è un caffè, il Brasile, che si può tranquillamente degustare dopo un secondo di carne importante, come la cacciagione”.

Vellutata di zucca mantovana e caffè del Brasile

Dose per 4 persone:
– zucca mantovana grammi 500 (già pulita e tagliata a cubetti);
– cipolla bionda 1 piccola;
– sale integrale;
– pepe nero;
– olio evo d’oliva dal gusto delicato (Cultivar Taggiasca Ligure o Lago di Garda Leccino) oppure olio di sesamo, leggermente più aromatico.

Idea in più: delle nocciole tritate per decorare la vellutata nel barattolo.

In una casseruola capiente mettere la zucca, dell’acqua filtrata o minerale (fino a coprire la zucca) e portare a leggero bollore. A questo punto aggiungere 1 cucchiaino di dado vegetale bio, la cipolla tritata e mescolare. Coprire con un coperchio e cuocere fino a quando la zucca non sarà morbida. Fuori fuoco frullare con 1 cucchiaio o 2 di olio di oliva, versandolo a filo. Aggiustare di sale e pepe. Servire in bicchieri di vetro oppure dei vasetti, decorando con della polvere di caffè e magari nocciole tritate.

Idea per un buffet in piedi per le serate di festa: servire la vellutata dentro a dei vasetti di vetro, scaldare al momento, richiudere e servire con il cucchiaino legato a lato del barattolo, personalizzando ogni vasetto con un cartoncino illustrato (come da foto).

Ricetta e foto di Sandra Salerno (Un tocco di zenzero) per Costadoro.